Se NON vogliamo che tutto rimanga com’è, bisogna che tutto cambi

Se NON vogliamo che tutto rimanga com’è, bisogna che tutto cambi

Nell’ambito del bando “PON Legalità 2014 – 2020: Progetto “NO MORE NEET – Sperimentazione di percorsi integrati di carattere educativo, formativo e di socializzazione per i ragazzi volti a combattere la povertà e a promuovere l’inclusione sociale e la legalità”, la Fondazione Luigi Einaudi è lieta di presentare il proprio progetto d’azione sul territorio della Regione Siciliana, articolato in quattro diversi laboratori/percorsi:

1.   CITTADINANZA ATTIVA (marzo – maggio) – Liberi per crescere

Partendo da storie di imprenditori locali che hanno traguardato il successo con le loro imprese, il laboratorio “Liberi per crescere” intende valorizzare i principi liberali che sono alla base dello sviluppo non solo economico ma soprattutto dell’aspetto civile.

Ci si avvarrà pertanto della testimonianza di alcuni protagonisti di questa silenziosa ma forte testimonianza della libertà d’impresa in un territorio che purtroppo ancora patisce il peso della malavita.

Docenti previsti dalla Fondazione Luigi Einaudi:

Avv. Prof. Rocco Todero, Cultore di Diritto Pubblico presso l’Università degli Studi di Catania, Tutor e docente di vari master, corsi regionali e professionali presso Licei e Università della Regione Siciliana.

Avv. Andrea Pruiti Ciarello, Docente nel modulo di “cultura d’impresa” per la Società Cooperativa Genesi di formazione professionale, Consigliere d’Amministrazione della Fondazione Luigi Einaudi, Presidente della Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella.

Avv. Gianmarco Bovenzi, Responsabile dei progetti ELF della Fondazione Luigi Einaudi, è un professionista del diritto dalla formazione internazionale con precedente esperienza professionale presso lo United Nations Office for Drug Control and Crime Prevention.

2.   ARTE – Laboratorio di riferimento: valorizzazione delle diverse abilità individuali (giugno – luglio) – La grande arte della Famiglio Piccolo

Mediante una ponderata selezione del vastissimo patrimonio artistico e letterario che i fratelli Piccolo hanno lasciato in eredità, si intende dare vita e declinare il laboratorio volto a valorizzare le forme di espressione di carattere prettamente artistico, non tralasciando tuttavia anche l’impegno nella botanica che ha interessato Agata Giovanna.

Si visiterà la Villa Famiglia Piccolo di Calanovella a Capo d’Orlando, dove sarà maggiore il coinvolgimento con l’ambiente che è stato teatro di studio e di esercizio per il famoso poeta ed eponimo del liceo di Capo d’Orlando.

Docenti previsti dalla Fondazione Luigi Einaudi:

Dott.ssa Maria Letizia Sebastiani, già Dirigente MIBACT, Direttore di molte prestigiose Biblioteche nazionali e attuale Direttrice della Biblioteca della Fondazione Luigi Einaudi

Cav. Carmelo Germanà, già Amministratore e Direttore della Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella, con esperienza decennale nella gestione e promozione del patrimonio artistico e culturale di Villa Piccolo, sarà assistito nel presente laboratorio anche dalla Dott.ssa Francesca Gugliotta)

3.   SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE (settembre – novembre) – AGENDA 2030: istruzioni per il futuro

L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione, sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU, che mira alla prosperità del pianeta e dei suoi abitanti.

Il laboratorio intende pertanto diventare occasione di analisi e confronto dei 17 obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile da raggiungere entro il 2030 di cui l’agenda è composta.

Si sottolinea in particolar modo che con il presente laboratorio si intende promuovere l’accesso alle facoltà universitarie di indirizzo STEM da parte delle studentesse.

Docenti previsti dalla Fondazione Luigi Einaudi:

Prof.  Giuseppe Tringali, Presidente dell’Ordine dei Chimici e dei Fisici della Provincia di Siracusa nonché Responsabile Ambiente del Comitato Scientifico della Fondazione Luigi Einaudi Onlus;

Avv. Michele Gerace, Presidente dell’Osservatorio sulle Strategie Europee per la Crescita e l’Occupazione, ideatore di “Costituzionalmente: il coraggio di pensare con la propria testa” (è in corso la XII edizione, la IV e la V edizione hanno ricevuto l’adesione del Presidente della Repubblica che ha conferito la Sua Medaglia di Rappresentanza), della “Scuola sulla Complessità” (è in corso la IV edizione), del Bar Europa e dell’omonima rubrica radiofonica al Rock Night Show su Radio Godot (è in corso la VI stagione), responsabile del progetto “La Fondazione Luigi Einaudi per la Scuola”.

4.   PERCORSI LEGALITÀ E LOTTA ALLA MAFIA – Laboratorio di analisi del fenomeno della corruzione e delle politiche di contrasto (novembre – dicembre) – La legalità primo motore di sviluppo

Negli ultimi decenni si è osservato un interesse crescente in Europa e in Italia nei confronti della qualità delle istituzioni e della legalità come principali fattori di sviluppo economico, politico e sociale di un paese o di un’area geografica.

Da questo punto di vista la corruzione rappresenta un serio problema difficile da catturare in quanto spesso i comportamenti corruttivi si percepiscono, ma giungono a conoscenza dell’autorità giudiziaria in modo solo parziale a causa del comune interesse al silenzio del corrotto e del corruttore e della scarsa visibilità del reato.

Il Laboratorio prevede una serie di incontri in cui si analizzano le cause che spiegano la diffusione e la persistenza della corruzione e i suoi effetti anche attraverso l’utilizzo di diverse misure del fenomeno, nonché l’importanza di politiche di contrasto che non si basino esclusivamente sulla repressione ma anche e soprattutto sulla prevenzione.

Sarà occasione certamente per ricordare il metodo “Follow the money” con il quale Giovanni Falcone svolgeva le sue indagini di contrasto alla mafia. In memoria del Beato Livatino e alla luce della recente denuncia del famoso imprenditore Condorelli, con questo laboratorio si intenderà pertanto promuovere la conoscenza anche di chi ha lottato e continua a lottare contro mafia e malaffare, portando in evidenza anche gli aspetti più tecnicamente economici e che tanto significano in fatto di crescita e futuro per la Sicilia e il Paese intero.

Docenti previsti dalla Fondazione Luigi Einaudi:

Prof.ssa Emma Galli, Professore ordinario di Scienza delle Finanze all’Università degli Studi di Roma La Sapienza. È la Direttrice del Comitato Scientifico della Fondazione Luigi Einaudi e membro della Commissione per la redazione della Relazione sull’economia non osservata e sull’evasione fiscale e contributiva

Prof.ssa Romilda Rizzo, Professore ordinario di Scienza delle Finanze all’Università di Catania. Ha conseguito il Ph.D in Economics all’Università di Buckingham che le ha conferito nel 2013 il Degree of Doctor of Science honoris causa. Fra i tanti ruoli ricoperti, è stata Pro-Rettore vicario dell’Università di Catania (1994-1999). Dal dicembre 2016 è Presidente della Commissione Paritetica del Dipartimento di Economia e Impresa.

Avv. Gianmarco Bovenzi, Responsabile dei progetti ELF della Fondazione Luigi Einaudi, è un professionista del diritto dalla formazione internazionale con precedente esperienza professionale presso lo United Nations Office for Drug Control and Crime Prevention.

Avv. Prof. Rocco Todero, Cultore di Diritto Pubblico presso l’Università degli Studi di Catania, Tutor e docente di vari master, corsi regionali e professionali presso Licei e Università della Regione Siciliana.

Avv. Andrea Pruiti Ciarello, Docente nel modulo di “cultura d’impresa” per la Società Cooperativa Genesi di formazione professionale, Consigliere d’Amministrazione della Fondazione Luigi Einaudi, Presidente della Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella.