Biblioteca

La Biblioteca della Fondazione Luigi Einaudi di Roma è fin dalle origini della Fondazione elemento costitutivo del suo patrimonio. Si è progressivamente costituita intorno al primo fondo librario donato per volontà testamentaria da Alberto Giovannini, segretario del Partito Liberale italiano nel 1923.

La biblioteca è specializzata in scienze sociali, storia moderna e contemporanea ed economia politica, con particolare riferimento alla storia del Partito Liberale italiano e del pensiero politico, economico e sociale liberale. Attraverso la propria articolazione tipologica e specialistica pone l’accento non solo sulla funzione culturale di raccordo e mediazione tra passato e futuro, tra memoria e innovazione, ma soprattutto sull’intero processo di studio, didattica e ricerca finalizzata anche alla produzione scientifica.

È aggiornata con la produzione italiana e straniera più recente, ed in particolare con pubblicazioni in lingua inglese.

Dal 2004 la biblioteca aderisce al Sistema Bibliotecario Nazionale, Polo Capitolino (RMR), e il suo inventario è consultabile all’indirizzo SBN, selezionando la Fondazione Einaudi nella lista delle biblioteche aderenti.

Oggi la Biblioteca possiede circa 7.000 volumi italiani e stranieri (soprattutto in lingua inglese) e 17 titoli di periodici (di cui 17 correnti), di cui 4.147 volumi fruibili direttamente dal catalogo online SBN.

La Biblioteca è aperta al pubblico, tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 11.00 alle ore 16.00.  I volumi della biblioteca sono consultabili previa esibizione di un documento di riconoscimento, alla presenza del personale addetto.

Tutte le iniziative culturali promosse dalla Fondazione Luigi Einaudi nell’ambito del patrimonio librario della sua Biblioteca  sono consultabili sul sito della FLE. Dal 2020 aderiamo all’iniziativa promossa dal MIBACT e dal Centro per il Libro e la Lettura “Il Maggio dei Libri”.

Per tutte le altre info e specifiche richieste si può inviare una mail all’indirizzo: [email protected] o chiamare, negli orari di ufficio, il n. 06-6865461.