Il viaggio di Luigi Einaudi in Sicilia: Caltagirone – Il Presidente Luigi Einaudi: il Politico, il Tecnico

Il viaggio di Luigi Einaudi in Sicilia: Caltagirone – Il Presidente Luigi Einaudi: il Politico, il Tecnico

Alle ore 11.00, presso il Cineteatro Politeama, il Consigliere d’Amministrazione della FLE Andrea Pruiti Ciarello e il componente del Comitato Scientifico Avv. Rocco Todero, hanno affrontato la tematica: “Il Presidente Luigi Einaudi: il Politico, il Tecnico“.

Questa conferenza ha toccato un tema più che mai attuale: la presunta scelta obbligata tra i politici e i tecnici, partendo dall’analisi della figura del Presidente Luigi Einaudi. In questi ultimi anni, infatti, sempre più spesso la narrazione – e forse anche la realtà – ha finito per costruire, tra queste due figure, un invalicabile divisorio, come se il Politico e il Tecnico fossero due entità idiosincratiche che, ontologicamente, le rendesse antinomiche l’una all’altra.  E così, ogni qualvolta si presenta un periodo di crisi, politica o economica, il dibattito pubblico si infiamma individuando nella categoria meno rappresentata tra le due l’unica soluzione alle difficoltà, invocandone una calata dall’alto nei ruoli di potere, come fosse il deus ex-machina che nel teatro greco si presentava sulla scena e risolveva la tragedia. La realtà, tuttavia, sappiamo essere ben più complessa di una rappresentazione scenica, e l’esperienza di questi ultimi venti anni ci ha dimostrato che in nessun caso l’uomo – politico o tecnico che sia – ha le chiavi per essere sic et simpliciter il risolutore; i problemi della politica e dell’economia sono complessi e perciò stesso richiedono soluzioni complesse. Partendo dall’analisi della figura del Presidente Einaudi, della sua formazione come uomo e di quella del politico, vogliamo dimostrare che il muro costruito tra politici e tecnici non ha, e non può avere, fondamenta solide. Luigi Einaudi, l’uomo delle istituzioni per eccellenza, ci dimostra, da un lato, la necessaria compresenza di queste caratteristiche per poter essere degli esemplari servitori dello Stato, e dall’altro straccia il velo di Maia di tutti coloro che per anni hanno costruito una narrazione che poneva in antitesi queste due sfere. Approfondire, dunque, la figura di Einaudi per conoscere e far sapere che politico e tecnico possono non solo convivere ma devono coesistere nella stessa persona, e partire da qui per interrogarci su quali siano state le cause che hanno minato queste certezze e quali siano i prossimi passi da compiere per eradicare definitivamente tale visione e soprattutto formare politici che seguano la via tracciata da Luigi Einaudi.

Evento Realizzato con il contributo della Regione Siciliana e dell’ARS

Approfondisci il progetto “Il viaggio di Luigi Einaudi in Sicilia”