Riformare il processo tributario, tutelare la libertà dei cittadini

Riformare il processo tributario, tutelare la libertà dei cittadini

Riformare il processo tributario, tutelare la libertà dei cittadini. L’abolizione dal “solve et repete, ricerca 

cura di Fondazione Luigi Einaudi e di SOS partita IVA

In Italia, tra il contribuente e il fisco si sta sviluppando un vero e proprio braccio di ferro. A confermarlo è il rapporto stilato dal dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia e dalla direzione della Giustizia Tributaria del 2016.

Sono 530 mila i ricorsi pendenti alla fine del 2015, per un valore complessivo di 33,5 miliardi di euro di tasse contestate. In un anno le diverse commissioni tributarie hanno smaltito 298.313 ricorsi, ma gli italiani non hanno mollato la presa e ne hanno presentati altri 256.901 di nuovi.

Condividi
  • 9
  •  
  •  
  •  

Ti potrebbe interessare anche:

Cartelle gonfiate, come possiamo fidarci del Fisco? Molti contribuenti hanno ricevuto cartelle gonfiate, per la Tari, perché i comuni «per sbaglio» hanno calcolato la superficie tassabile due volte, prima per l'alloggio comprese le ...
De pressione fiscale Il rapporto annuale Ocse rivela quel che sapevamo già: l'Italia, per aliquote e procedure, è un inferno fiscale. Il commento di Davide Giacalone e le infografiche sulla pressione f...
La remuntada spagnola La remuntada spagnola, per mutuare un’espressione calcistica, è fatta. Il Fmi ha certificato che il pil pro capite iberico è salito nel 2017 a quota 38.286 dollari contro i 38.140,...
Iva, ci toccherà la stangata La Commissione europea sposta al maggio del 2018 la lettera con cui chiederà all'Italia una manovra correttiva di 0,2 punti di Pil, pari a 3,5 miliardi per modificare la nostra leg...