Trasporto pubblico, Roma ultima in Europa. Scioperi, ritardi ed evasione. I dati del disastro Atac nello studio della FLE

Trasporto pubblico, Roma ultima in Europa. Scioperi, ritardi ed evasione. I dati del disastro Atac nello studio della FLE

Fondazione Luigi Einaudi: trasporto pubblico, Roma ultima in Europa.

Scioperi, ritardi ed evasione. Tutti i dati del disastro Atac nello studio della Fondazione Einaudi

La Fondazione Luigi Einaudi di Roma presenta lo studio sul trasporto pubblico capitolino realizzato da Rosamaria Bitetti e Nicole Genovese. I risultati dell’analisi sono preoccupanti. Alla situazione finanziaria problematica si devono aggiungere l’elevatissima evasione del titolo di viaggio, i ritardi che superano i 40 minuti, le continue interruzioni e disservizi, l’incuria e il pessimo servizio. Non sorprende dunque che il tasso di soddisfazione degli utenti è il più basso tra le capitali europee.

Tra metà giugno 2013 e fine ottobre 2015 i lavoratori del trasporto pubblico romano (Atac) hanno proclamato 139 scioperi (in media uno a settimana), contribuendo ad alimentare il disagio per i cittadini. I ricavi che Atac deriva dalla fornitura dei servizi sono di gran lunga ai più bassi tra le imprese di trasporto delle principali città europee: capitali europee: il 21% delle entrate contro il 65% di Parigi. Il resto del bilancio si finanzia con fondi pubblici e quindi grazie ai contribuenti.

Di fronte a questi numeri e all’inconsistenza delle proposte dei candidati a sindaco, lo studio della Fondazione Einaudi intende fornire alcuni spunti per aumentare la trasparenza nelle decisioni politiche e per migliorare l’amministrazione di un’azienda che oggi grava economicamente sulla collettività.

SCARICA E LEGGI I FINDINGS DELLO STUDIO ATAC

SCARICA E LEGGI LO STUDIO ATAC