E’ lo Stato con le sue regole il guardiano che vigila sul gioco della concorrenza

E’ lo Stato con le sue regole il guardiano che vigila sul gioco della concorrenza

La Repubblica