Chiude in grande stile la Scuola di Liberalismo – 16/06/2016 Gazzetta del Sud

Chiude in grande stile la Scuola di Liberalismo – 16/06/2016 Gazzetta del Sud

Alle 18 a “Il Circolo” sarà ricordata la figura di Franco Martino Sergio Di Giacomo

Stamattina si conclude l’edizione 2019 della Scuola di Liberalismo di Messina, promossa dalla “Fondazione Luigi Einaudi” ed organizzata in collaborazione con l’Università e la Fondazione Bonino-Pulejo e con il patrocinio dei principali Ordini professionali della città. Alle 10, nell’aula del Senato accademico, si terrà la consegna degli attestati di partecipazione ai corsisti e la premiazione dei vincitori delle due borse di studio, rispettivamente stanziate dal Coordinamento messinese della Fondazione Luigi Einaudi e dal Consiglio notarile dei Distretti riuniti di Messina, Barcellona, Patti e Mistretta. Le borse di studio verranno consegnate dal prof. Giovanni Moschella, prorettore vicario. Saranno presenti l’avv. Enzo Palumbo, componente della Commissione Giustizia della Fondazione Luigi Einaudi, il prof. Pippo Rao, direttore generale della Scuola di Liberalismo di Messina, il prof. Giuseppe Gembillo, direttore scientifico, l’Ing. Edoardo Milio, responsabile relazioni i istituzionali e il dott. Salvatore Totaro, responsabile del Comitato di segreteria.

Dedicato a Martino

Alle 18, nei locali de “Il Circolo”, alla presenza dell’assessore regionale Roberto Lagalla, si svolgerà la cerimonia di consegna della borsa di studio istituita dalla Presidenza nazionale della Fondazione Einaudi e intitolata a Franco Martino. La borsa di studio verrà consegnata dalla moglie Silvana. La cerimonia sarà preceduta da un ricordo della figura dell’on. Franco Martino, scomparso nell’ottobre del 2017, da parte del prof. Franco Vermiglio. Saranno presenti l’avv. Giuseppe Benedetto, presidente della Fondazione Luigi Einaudi e il prof. Francesco Trimarchi, presidente de “Il Circolo”. Al termine della Scuola di Liberalismo Pippo Rao ringrazia i relatori e i partecipanti: «E stato possibile riflettere sulla natura della libertà affrontando autori diversi da Locke a Croce, da Popper a Smith, da Sturzo a Humboldt».

 

Sergio Di Giacomo