In Italia è tempo di idee (e ricette) liberali

In un Paese soggetto a una “sindrome da sottosviluppo” illiberale, come sottolineato da Angelo Panebianco in un recente lucido editoriale, c’è spazio ancora per le idee e le ricette liberali? Il presidente della Fondazione Einaudi Giuseppe Benedetto è convinto di sì.

La conferma arriva da un tweet di Hans Van Baalen, presidente dell’ALDE (Alleanza dei Liberali e dei Democratici per l’Europa) nel quale il politico olandese ha scritto: “In Italy with Mariano Rabino of Scelta Civica (left) and Giuseppe Benedetto of Einaudi Foundation (right): Italian Liberals Must Unite!”

Oggetto dell’incontro? Discutere delle scelte dei liberali in Italia, of course. 

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

Ti potrebbe interessare anche:

«Vorrei politici strapagati però che lavorino bene». Si alza dalla poltrona, si avvicina a un tavolo massiccio, afferra un porta-foto e me lo mostra. «È l'altarino. Ci sono tutte le tessere del mio cursus politico. La prima, quella d...
Compagni e liberali: il Partito Radicale Lezione di Massimo Bordin dal titolo di Compagni e liberali: il Partito Radicale. Roma 17 gennaio 2011 Sono intervenuti: Enrico Morbelli (direttore Scuola di Liberalismo), Massi...
L’antidoto liberale al populismo Il sommovimento in atto in Catalogna è l’ennesimo epifenomeno del movimento populista che attraversa il mondo occidentale. Esso, come è stato ribadito in molteplici analisi, ass...
I liberali antidoto alla mediocrità imperante Intervista a Giuseppe Benedetto di Carlo Sala per www.ilpattosociale.it La Fondazione Luigi Einaudi è nata nel 1962 per iniziativa di Giovanni Malagodi, intitolata al primo pres...