Simone Suriano

Simone si è laureato in economia aziendale presso l’Università Bocconi di Milano e durante gli studi universitari ha trascorso dei periodi all’estero, presso VSE University of Economics a Praga e NYU Stern a New York.

Dopo le prime esperienze professionali in H3G a Milano ed in SANPAOLO IMI a New York, nel 2008 partecipa alla startup di Noverca, Intesa Sanpaolo MVNO, con focus sui servizi di m-banking e m-payments. Tra gli achievements più importanti vi sono la realizzazione della prima carta di credito Mastercard virtualizzata in un cellulare (Superflash Mobile) e la prima piattaforma di mobile banking di Intesa Sanpaolo, SIM/SMS-based prima e, successivamente, App-based grazie all’avvento degli smartphone connessi ad internet.

Nel 2014 passa in Banca Popolare di Bari occupandosi della digital transformation della Banca. I progetti su cui è impegnato portano l’Istituto ad essere tra i primi sul mercato ad offrire prodotti propri (onboarding conti correnti) e prodotti di case terze (assicurazioni, carte e prestiti) in modalità digitale e full paperless. Ciò ha portato al raggiungimento di KPI in termini di cross-selling ed up-selling della clientela diretta nonché alla creazione di sinergie con la rete fisica di filiali.

A luglio 2016 entra in E*Finance Consulting Reply come Senior Manager e segue progettualità su primari clienti italiani quali Banca Mediolanum, Intesa Sanpaolo ISBD, Nexi, Banca Fideuram, etc. su temi strategici e di grande innovazione per le banche come la marketing automation, il CRM analitico, la segmentazione behaviour-based della clientela e la revisione dei digital processes.

Nel contempo svolge il ruolo di CoP leader della Data Driven Customer Engagement Community of Practice di Reply con focus su advanced analytics, big data ed interfacce conversazionali.

A marzo 2018 viene nominato Associate Partner e poi a marzo 2021 Partner di E*Finance Consulting Reply e si occupa sia della guida di importanti progetti di trasformazione digitale che del coordinamento di grandi gruppi bancari, a titolo d’esempio UniCredit e Unipol. Accanto a questi coltiva realtà bancarie “di nicchia” come Banca Etica, SisalPay, FCA Bank e Fineco. Facendo leva sulle recenti normative (es. PSD2) sviluppa un approccio integrato all’Open Finance introducendo le best practice tipiche delle FinTech nel mercato bancario. Da ultimo, sta presidiando il tema Digital Euro e CBDC, promosso dalla European Central Bank, che avrà grosso impatto tecnologico, strategico e di business nel corso dei prossimi anni su tutti gli attori della catena del valore.

A parte le attività lavorative in senso stretto, Simone ha costruito un profilo rotondo semplicemente assecondando i propri interessi, passioni ed i valori in cui crede.  Poco più che bambino, fonda il gruppo di giovanissimi volontari con cui, divertendosi, hanno pulito la collina dominata da Castel del Monte in Puglia o hanno fatto fundraising allestendo banchetti nella piazza del paese per finanziare anche campagne del WWF Italia. Oltre all’ambientalismo ed alla tutela del patrimonio naturalistico, negli anni in cui ha vissuto a Roma (2008-2014) ha collaborato attivamente con la sezione romana dell’Associazione Alumni Bocconi impegnata su tematiche sociali, di sviluppo economico e sostenibilità.

Tra le attività che gli procurano maggiori soddisfazioni c’è senz’altro il mentoring a supporto dello sviluppo delle nuove generazioni. Da anni è Lecturer presso l’Università Bocconi, l’Università Cattolica del Sacro Cuore e Guest Speaker presso la LUISS Guido Carli e la Libera Università di Bolzano.

Di seguito alcune pubblicazioni ed interviste.

In primis, Simone è stato co-autore del libro “La Via Italiana al Fintech” a cura di Marco Giorgino edito da Egea.

Altra pubblicazione degna di nota è stata una ricerca realizzata lo scorso anno sul tema “ Fintech e l’innovazione in banca” e ripresa da varie testate giornalistiche (anche da Il Sole 24 Ore).