Una rivoluzione liberale in Sicilia? Perché no?

Una rivoluzione liberale in Sicilia? Perché no? Si può riassumere così il dibattito. La presentazione di Sottosopra, il libro di Davide Faraone, è stata un’occasione per riflettere sui problemi dell’isola. Il sottosegretario all’Istruzione ha spiegato che bisogna “portare più bella in Sicilia”.

Per farlo è, è necessario lasciar perdere il vittimismo e i vecchi pregiudizi ideologici. Da ultimo baluardo del socialismo reale, la Regione dovrebbe diventare un vero e proprio laboratorio politico.

 

1345678Cake Decorating

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

Ti potrebbe interessare anche:

Lavoro ai richiedenti asilo. Purché sia vero Piuttosto che lasciarli a ciondolare, meglio mettere i richiedenti asilo a lavorare. Meglio per loro, perché la nullafacenza è umiliante. Meglio per quanti li vedono passeggiare, p...
I posti non si creano aumentando il debito La disoccupazione italiana è, a dicembre 2015, la più alta dal giugno precedente (12 contro il 12,2%). Quella europea, nello stesso mese, è la più bassa dal 2009 (9,6 contro 9,7...
La buona spesa di Giuseppe Pennisi e Stefano Maiolo Dove: Fondazione Luigi Einaudi, Roma Quando: 4 luglio 2016 Ne hanno discusso con l’autore: Renato Loiero (Ufficio bilancio Senato); Paolo De Ioanna (Consigliere di Stato); Lu...
Più che il sistema elettorale, conta lo spessore degli eletti Di tempo ne abbiamo buttato parecchio, smettiamola. Quello appena avviato è l’ultimo anno in cui la copertura della Banca centrale europea, sul fronte dei tassi d’interesse, sarà p...