Una rivoluzione liberale in Sicilia? Perché no?

Una rivoluzione liberale in Sicilia? Perché no? Si può riassumere così il dibattito. La presentazione di Sottosopra, il libro di Davide Faraone, è stata un’occasione per riflettere sui problemi dell’isola. Il sottosegretario all’Istruzione ha spiegato che bisogna “portare più bella in Sicilia”.

Per farlo è, è necessario lasciar perdere il vittimismo e i vecchi pregiudizi ideologici. Da ultimo baluardo del socialismo reale, la Regione dovrebbe diventare un vero e proprio laboratorio politico.

 

1345678Cake Decorating

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

Ti potrebbe interessare anche:

Un Paese in freezer fino al 4 dicembre Che si tratti di politica, di affari o di altro, si finisce con il dirsi: vediamoci dopo il 4 dicembre. È diventata una gag. Dalle parti del governo hanno dovuto ammettere che è st...
Referendum: questo No fa il gioco del Sì La gazzarra in piazza non è una manifestazione per il No, ma uno spot per il Sì  A quanti non s'accodano al pifferaio costituzionale è rimproverata l'eterogeneità e la contradditto...
Scalata Mediaset, non siamo terra di conquista Il nazionalismo economico è un'illusione, ma il provincialismo finanziario è un crimine. Ce l'abbiamo messa tutta per impedire la crescita di grandi gruppi italiani. Mentre altri f...
Ma quale grande scrittore, Camilleri è solo uno Sciascia decaffeinato Camilleri, sia detto in termini di mera constatazione, è un succedaneo di Sciascia. Per essere più esatti uno Sciascia “Hag”. Uno Sciascia depotenziato, senza gli acidi e il ...