SCUOLA ‘98 DI LIBERALISMO DI MILANO – IX

(2 marzo – 22 giugno 1998) 54 iscritti

Livio Caputo, Salvatore Carrubba, Franco Chiarenza, Guido D’Amico, Stefano D’Anna, Vincenzo Ferrari, Dario Fertilio, Luigi Florio, Giulio Giorello, Lorenzo Infantino, Carlo Lottieri, Fabio Nicosia, Angelo M. Petroni, Sergio Romano, Giulio Savelli, Carlo Scognamiglio, Fausto Tapergi e Valerio Zanone.

Globalizzazione, sviluppo tecnologico, crisi occupazionale, Europa di Maastricht, WTO: le nuove sfide dell’economia, stimolo e ostacolo al libero agire dell’individuo.
– Andrea PIRANI CEVOLANI – borsa Dante Pelosi della Fondazione Einaudi da £ 1.500.000
– Alberto MINGARDI – borsa della European School of Economics da £ 1.000.000
e inoltre: Alessandro ALLARA, Enrico ARGENTIERO, Lorenzo COLOMBO, Ferdinando CRESPI, Carlo DEL GRANDE e Paolo FACCHETTI

Nuova costituzione italiana e nuovo ordinamento europeo: cosa c’è d’illiberale e cosa dovrebbe esserci di liberale.
– Stefano NOTARPIETRO – borsa della agenzia EPR Comunicazione da £ 1.000.000
e inoltre: Corrado DI MATTIN A e Francesco FERRARI

Dal diritto di esprimersi a quello di essere informati, dal pluralismo alla par condicio, dal monopolio RAI alla Commissione parlamentare di vigilanza e all’Autorità garante dell’editoria. Considerazioni sulla libertà di stampa e di antenna.
– Chiara PAGANO – borsa della Fondazione “per la libertà” da £ 1.500.000
– Massimiliano MELLEY – borsa dell’associazione Aristotelion da £ 1.000.000
e inoltre: Alberto CRESCENTINI.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •