Scuola 2009 di Liberalismo di Milano – XLIX

Periodo: 23 ottobre 2008 – 25 maggio 2009

Iscritti: 60

Lezioni di: Giancarlo Blangiardo, Franco Chiarenza, Pierluigi Ciocca, Dino Cofrancesco, Maurizio Del Conte, Oscar Giannino, Andrea Giuricin, Massimo Occhiena, Piero Ostellino, Stefano Riela, Giancarlo Rovati, Carlo Secchi, Lanfranco Senn, Egidio Sterpa e Valerio Zanone

La pubblicazione delle intercettazioni telefoniche e la diffusione dei blog su internet pongono un problema: se il diritto alla riservatezza personale e il diritto di cronaca entrano in conflitto tra loro, quale deve prevalere in una concezione liberale del ruolo e delle funzioni dei mezzi di informazione?
Borsa della Fondazione Einaudi da € 1.000: Giacomo Iametti e inoltre: Claudia Annoscia

La crisi in atto rischia di togliere credibilità al mercato, pilastro del liberalismo. Tornano le tentazioni protezioniste. Ma questa crisi è il prodotto del liberismo o non piuttosto della mancanza di regole, che già Hayek indicava indispensabili per una corretta economia di mercato?
Borsa della Fondazione Erasmo 3000 da € 1.000:  Claudio Gianturco Gulisano

Tra i tanti indici negativi che collocano l’Italia in coda agli Stati d’Europa, il più preoccupante riguarda il sistema formativo. La spesa italiana per l’istruzione non è inferiore a quella di altri paesi europei, eppure le nostre scuole e università non sembrano in grado di sostenere la competizione che si gioca sulle capacità intellettuali, sulla ricerca e sull’innovazione di prodotto. Cosa fare? La strada imboccata dal governo va nella direzione giusta?
e inoltre: Vincenzo Pizzulli

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •