Scuola 2009 di Liberalismo di Milano – XLIX[:en]SCUOLA 2009 DI LIBERALISMO DI MILANO – XLIX

Scuola 2009 di Liberalismo di Milano – XLIX[:en]SCUOLA 2009 DI LIBERALISMO DI MILANO – XLIX

Periodo: 23 ottobre 2008 – 25 maggio 2009

Iscritti: 60

Lezioni di: Giancarlo Blangiardo, Franco Chiarenza, Pierluigi Ciocca, Dino Cofrancesco, Maurizio Del Conte, Oscar Giannino, Andrea Giuricin, Massimo Occhiena, Piero Ostellino, Stefano Riela, Giancarlo Rovati, Carlo Secchi, Lanfranco Senn, Egidio Sterpa e Valerio Zanone

La pubblicazione delle intercettazioni telefoniche e la diffusione dei blog su internet pongono un problema: se il diritto alla riservatezza personale e il diritto di cronaca entrano in conflitto tra loro, quale deve prevalere in una concezione liberale del ruolo e delle funzioni dei mezzi di informazione?
Borsa della Fondazione Einaudi da € 1.000: Giacomo Iametti e inoltre: Claudia Annoscia

La crisi in atto rischia di togliere credibilità al mercato, pilastro del liberalismo. Tornano le tentazioni protezioniste. Ma questa crisi è il prodotto del liberismo o non piuttosto della mancanza di regole, che già Hayek indicava indispensabili per una corretta economia di mercato?
Borsa della Fondazione Erasmo 3000 da € 1.000:  Claudio Gianturco Gulisano

Tra i tanti indici negativi che collocano l’Italia in coda agli Stati d’Europa, il più preoccupante riguarda il sistema formativo. La spesa italiana per l’istruzione non è inferiore a quella di altri paesi europei, eppure le nostre scuole e università non sembrano in grado di sostenere la competizione che si gioca sulle capacità intellettuali, sulla ricerca e sull’innovazione di prodotto. Cosa fare? La strada imboccata dal governo va nella direzione giusta?
e inoltre: Vincenzo Pizzulli

[:en](23 ottobre 2008 – 25 maggio 2009) 60 iscritti

Giancarlo Blangiardo, Franco Chiarenza, Pierluigi Ciocca, Dino Cofrancesco, Maurizio Del Conte, Oscar Giannino, Andrea Giuricin, Massimo Occhiena, Piero Ostellino, Stefano Riela, Giancarlo Rovati, Carlo Secchi, Lanfranco Senn, Egidio Sterpa e Valerio Zanone

La pubblicazione delle intercettazioni telefoniche e la diffusione dei blog su internet pongono un problema: se il diritto alla riservatezza personale e il diritto di cronaca entrano in conflitto tra loro, quale deve prevalere in una concezione liberale del ruolo e delle funzioni dei mezzi di informazione?
– Giacomo IAMETTI –  borsa della Fondazione Einaudi da € 1.000
e inoltre: Claudia ANNOSCIA

La crisi in atto rischia di togliere credibilità al mercato, pilastro del liberalismo. Tornano le tentazioni protezioniste. Ma questa crisi è il prodotto del liberismo o non piuttosto della mancanza di regole, che già Hayek indicava indispensabili per una corretta economia di mercato?
– Claudio GIANTURCO GULISANO – borsa della Fondazione Erasmo 3000 da € 1.000

Tra i tanti indici negativi che collocano l’Italia in coda agli Stati d’Europa, il più preoccupante riguarda il sistema formativo. La spesa italiana per l’istruzione non è inferiore a quella di altri paesi europei, eppure le nostre scuole e università non sembrano in grado di sostenere la competizione che si gioca sulle capacità intellettuali, sulla ricerca e sull’innovazione di prodotto. Cosa fare? La strada imboccata dal governo va nella direzione giusta?
e inoltre: Vincenzo PIZZULLI