“L’Italia è un Paese che muore di burocrazia”

“L’Italia è un Paese che muore di burocrazia”, così si è sfogato Nicola Porro durante la trasmissione Matrix. Il giornalista, che il 28 novembre presenterà presso la Fondazione Einaudi il suo nuovo libro, se l’è presa con uno Stato che vessa il cittadino senza però restituire servizi efficienti. E il crollo del cavalcavia lungo la Milano-Lecco ne è solo l’ultimo esempio.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

Ti potrebbe interessare anche:

Toh, l’evasione non è esclusiva degli italiani Siamo sopraffatti dalla solita storiella degli italiani super evasori, quante leggi e procedure di dettaglio ci siamo inventati per combattere questo fenomeno che in Italia sembra ...
Referendum, saper vincere è più difficile di saper perdere Bisogna saper vincere. Forse è più importante di saper perdere. Matteo Renzi ha dimostrato sia ai tempi della sua prima sconfitta alle primarie del Pd sia domenica scorsa, subito d...
Anti-corruzione flop: così crollano pure le leggi inefficenti L’inchiostro con cui è stato scritto il nuovo codice degli appalti pubblici è ancora fresco, ma il testo già ammuffito. Dopo l’ennesimo terremoto è tutto un fiorire di richieste di...
I politici si sono impiccati alla burocrazia Sono stati i politici a costruire l'albero a cui vengono impiccati. Giudiziariamente si intende. Hanno sempre ritenuto che con una norma si risolva tutto. Per il settore privato...