“L’Italia è un Paese che muore di burocrazia”

“L’Italia è un Paese che muore di burocrazia”, così si è sfogato Nicola Porro durante la trasmissione Matrix. Il giornalista, che il 28 novembre presenterà presso la Fondazione Einaudi il suo nuovo libro, se l’è presa con uno Stato che vessa il cittadino senza però restituire servizi efficienti. E il crollo del cavalcavia lungo la Milano-Lecco ne è solo l’ultimo esempio.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

Ti potrebbe interessare anche:

Viva il mercato. Ma lo rispettino tutti i giocatori Forse anche l'ispettore Clouseau sarebbe in grado di mettere in fila alcuni indizi. Il numero uno delle Generali è un manager, Philippe Donnet, che ha fatto gran parte della sua...
Flat tax? Può essere una soluzione a patto che… Carlo Cottarelli, sulle pagine della Stampa, analizza luci e ombre della flat tax Quasi tutti i principali partiti politici dicono di voler tagliare le tasse, ma il centro destr...
Fisco italiano paradossale: guadagnare di più non conviene Il sistema fiscale italiano è meno equo di quanto si creda comunemente. Di fatto non è trasparente né sempre progressivo, cioè risponde in maniera ballerina al principio costituzio...
Anti-corruzione flop: così crollano pure le leggi inefficenti L’inchiostro con cui è stato scritto il nuovo codice degli appalti pubblici è ancora fresco, ma il testo già ammuffito. Dopo l’ennesimo terremoto è tutto un fiorire di richieste di...