Contro il regime. Panfilo Gentile e l’opposizione liberale alla partitocrazia (1945-1970)

Nei primi venticinque anni di vita dell’Italia postfascista, Panfilo Gentile e gli altri teorici liberali proposero ai cittadini un modello di Paese radicalmente alternativo a quello vigente. L’Italia che sognavano era caratterizzata dalla difesa dei diritti dei cittadini, dalla costruzione di una democrazia dell’alternanza e dalla promozione di un’economia sana e dinamica. Ma quando si avvidero che il percorso intrapreso dalle classi dirigenti procedeva nella direzione opposta, ne denunciarono con forza le degenerazioni di stampo clientelare e partitocratico; in tutta risposta, il potere li sospinse ai margini del dibattito pubblico. Eppure le loro analisi sono ancora illuminanti, permettendoci di intravedere come avrebbe potuto evolversi, e non si è evoluta, la democrazia italiana. Ecco la ragione per cui occorre conoscerne la storia, che in questo libro viene ricostruita con rigore e originalità.

Editore: Rubbettino

Anno: 2010

cop

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

Ti potrebbe interessare anche:

Agenda liberale: le priorità biopolitiche Conferenza di Cinzia Caporale promossa nell'ambito della Scuola di Liberalismo 2014. Agenda liberale: le priorità biopolitiche, Roma 6 dicembre 2013 Sono intervenuti: Elvira ...
Einaudi vs. Keynes di Francesco Forte Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese Americano. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua alternativa. Puoi c...
L’idea liberale L'idea liberale di Panfilo Gentile con introduzione di Tarcisio Amato Editore: Rubbettino Anno: 2002
Lo spazio liberale europeo Lezione di Valerio Zanone dal titolo Lo spazio liberale europeo, Napoli  4 febbraio 2008 Sono intervenuti: Amelia Cortese Ardias (presidente della Fondazione Guido e Roberto Cor...