C’è antimafia e antimafia

C’è antimafia e antimafia

Comunicato stampa della Fondazione Einaudi sulla vicenda del sindaco anti-abusi edilizi Angelo Cambiano sfiduciato con 21 voti (per saperne di più leggi qui)

Non conosciamo il sindaco di Licata. Non sappiamo di che partito sia e se abbia un partito di appartenenza ma, sinceramente, la cosa non ci interessa. Ciò che invece ci incuriosisce è il suo comportamento. E diciamo appunto “comportamento”, non battaglia di facciata.

“Nonostante abbia solo voluto applicare e far rispettare la legge nel suo Comune è stato fatto oggetto di vere e proprie intimidazioni”, così il Presidente della Fondazione Einaudi Giuseppe Benedetto a proposito del Sindaco di Licata Angelo Cambiano, recentemente sfiduciato dal consiglio comunale della città”.

“Non si è erto a paladino di un antimafia di facciata”, continua Benedetto. “Ha proseguito dritto per la sua strada, perseguendo una delle piaghe peggiori della martoriata Sicilia: un abusivismo selvaggio e devastante. È uscito dicendo ‘torno a fare il professore di matematica’.

Diamo un consiglio ai tanti che, da destra a sinistra, si affannano a trovare un candidato Presidente della Regione: che ne pensano le forze politiche di candidare proprio Cambiano? Intanto che loro decidono, la Fondazione Einaudi lo invita a Roma dove intende dargli un segno di riconoscimento per la sua silenziosa ed efficace azione di civiltà.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •