Aprire l’Italia all’aria d’Europa Il diario europeo (1950-1951)

Il volume riporta il Diario tenuto da Giovanni Malagodi negli anni in cui l’economista e dirigente della Banca commerciale italiana, futuro leader del Partito liberale italiano, rappresenta l’Italia a Parigi presso l’OECE, l’Organizzazione europea per la cooperazione economica, istituita nel 1948. Si tratta del primo consesso in cui prende forma, dopo la fine della guerra, l’integrazione europea, le cui prospettive costituiscono la trama del Diario. Numerosi i contatti e gli scambi con molte personalità della classe dirigente dell’epoca, tra i quali Guido Carli, Alcide De Gasperi, Luigi Einaudi, Ugo La Malfa, Raffaele Mattioli, Donato Menichella, Ezio Vanoni. L’introduzione del curatore si sofferma sulle principali questioni trattate nel Diario, ricostruendo sia lo sviluppo dei fatti, delle idee e delle istituzioni, sia il contesto, nazionale e internazionale, in cui Malagodi è chiamato a operare.

Editore: Rubbettino

Anno: 2011

farese

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

Ti potrebbe interessare anche:

Anticlericalismo e democrazia Anticlericalismo e democrazia. Storia del partito radicale in Italia e a Roma, 1901-1914, libro di Giovanni Orsina Utilizzando fonti archivistiche e a stampa, il volume ricostru...
Il liberalismo italiano del Novecento. Da Giolitti a Malagodi Il volume ripercorre, nelle grandi linee, la vicenda del liberalismo italiano, attraverso le figure rappresentative di Croce, Giolitti, Albertini, Einaudi, Amendola, Gobetti ed alt...
La Folla La Folla. Seimila anni di lotta contro la tirannide Con un dibattito su "Liberalismo e qualunquismo" di Giovanni Orsina e Valerio Zanone, libro di Guglielmo Giannini Fondazione ...
Il Liberalismo di Luigi Einaudi Conferenza di Giovanni Farese promossa nell'ambito della Scuola di Liberalismo 2014. Il Liberalismo di Luigi Einaudi, Roma 16 dicembre 2013 Sono intervenuti: Saro Freni (coor...